Pesche Dolci

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Modifica Porzioni:
660 g Farina 0
290 g Zucchero semolato + per la finitura
170 g Burro
3 Uova
4 Tuorli d'uovo
1080 g Latte intero
1 Limone scorza grattugiata
16 g Lievito istantaneo
Alchermes rosso
75 g Cacao amaro

Informazioni nutrizionali

504,25 kcal
Calorie
19,32 g
Grassi
12,53 g
Proteine

Pesche Dolci

Cucina:
  • 2 ore 30 min
  • Porzioni 12
  • Media

Ingredienti

Indicazioni

Condividi
5
(4)

 

Oggi vi presento una ricetta del cuore, una di quelle ricette che ti accompagnano nel corso della vita e che riescono a rendere dolci anche i momenti più amari della vita: le pesche dolci. Due semisfere di pasta biscotto scavate e poi farcite con crema vengono unite e bagnate prima nell’alchermes e poi passate nello zucchero semolato. Da questa bagna deriva l’effetto buccia di pesca che dà il nome alla ricetta.

Si tratta di una ricetta tradizionale cara a tutto il Centro Italia e non solo, ma la versione che vi presento io e che conosco da sempre è, probabilmente, tipicamente umbra. Da noi le pesche si fanno con una doppia farcitura, una con crema pasticcera e l’altra con crema al cioccolato che si uniscono per creare una squisitezza senza pari. Due creme differenti, che insieme sono ancora più buone e che rendono ancora più significativo l’incontro delle due metà.

Le pesche dolci sono un goloso dolce casalingo che si prepara con ingredienti semplici presenti già nelle dispense delle nonne. Tra questi ingredienti figura anche l’alchermes, un liquore per dolci di Firenze che serve a realizzare molti dolci tradizionali del Centro Italia.

Realizzare queste pesche non è troppo difficile se seguirete tutti i passaggi correttamente. Comunque, l’esecuzione richiede dei tempi piuttosto lunghi, ma il risultato ripagherà le fatiche. Infatti pur essendo un dolce casalingo, le pesche dolci hanno un aspetto raffinato e soprattutto sono buonissime! Inoltre, si possono preparare in anticipo e con questa ricetta otterrete circa 34 pesche. Se vi sembra un numero eccessivo, aspettate di assaggiarne una, per scoprire che una tira l’altra e nel giro di poco tempo saranno finite! Comunque si conservano per 2-3 giorni e il giorno dopo sono ancora più buone. Molto belle da presentare, si possono confezionare in scatole e regalare per celebrare momenti importanti, così come i  baci di dama che hanno una forma simile.

 

 

 

Valuta la ricetta

Esprimi il tuo voto!

Voto medio 5 / 5. Conteggio dei voti: 4

Nessun voto finora! Sii la prima/il primo a valutarla

Mi dispiace che questo post non ti sia stato utile!

Miglioriamo questo post!

Dimmi come posso migliorare questo post?

Passaggi

1
Fatto

Per realizzare le pesche dolci, come prima cosa preparate l'impasto: mescolate 600 g di farina con 170 g di zucchero e 120 g di burro. Aggiungete 3 uova, 80 g di latte, la scorza grattugiata di 1 limone e una bustina di lievito per dolci. Mescolate fino ad ottenere un impasto consistente ma morbido. Chiudete l'impasto con la pellicola e mettete in frigo per mezz'ora.

2
Fatto

Nel frattempo preparate la crema al cioccolato. In un pentolino mescolate il cacao amaro e 30 g di farina setacciati con 60 g di zucchero. Aggiungete 500 g di latte e 50 g di burro e cominciate a scaldare mescolando continuamente. Non fate arrivare al bollore, eventualmente abbassate la fiamma e continuate a mescolare fin quando la crema comincerà ad addensarsi. Nel giro di poco tempo si creerà una crema densa e a quel punto potrete spegnere il fuoco, ma continuate a mescolare ancora e poi coprite e tenete la crema al cioccolato da parte.

3
Fatto

Preparate anche la crema pasticcera: In un tegame dal fondo spesso versate 500 g di latte e portatelo a sfiorare il bollore. In una ciotola montate i tuorli d'uovo con 60 g di zucchero fino ad avere un composto chiaro e spumoso. Setacciate direttamente nella ciotola 30 g di farina. Mescolate per incorporare bene la farina. Prelevate un mestolo di latte e aggiungetelo al composto di uova, zucchero e farina per stemperarlo con la frusta. Una volta stemperato, riversate il composto nel tegame e lasciate addensare a fuoco dolce mescolando continuamente con la frusta. Proseguite la cottura, senza portare la crema al bollore e senza smettere di mescolare, finché la crema non si sarà addensata. Togliete la crema dal fuoco, lasciate raffreddare e mescolate di tanto in tanto.

4
Fatto

Riprendete l'impasto dal frigo e formate delle palline di 16 g. Disponetele distanziate su una leccarda da forno ricoperta da un foglio di carta da forno. Prima di infornare mettete di nuovo in frigo le palline per mezz'ora. In questo modo eviterete che si creino le crepe durante la cottura.

5
Fatto

Riprendete le palline dal frigo e cuocetele ad una temperatura di 160° in forno ventilato preriscaldato per circa 15-20 minuti. Poi sfornatele e fatele raffreddare completamente.

6
Fatto

Scavate le palline nel lato piatto che poggiava sulla leccarda utilizzando un coltellino a punta.

7
Fatto

Prendete due semisfere e farcitele una con la crema al cioccolato e l'altra con la crema pasticcera.

8
Fatto

Preparate una ciotolina con l'alchemes e l'altra con lo zucchero. Accoppiate le due semisfere e passatele velocemente prima nell'alchemes e poi nello zucchero semolato. Infine disponetele nei pirottini e proseguite fino a terminare tutti gli ingredienti. Prima di consumare, lasciate riposare per alcune ore.

Vania

gazpacho 0
precedente
Gazpacho
friselle 0
prossimo
Friselle
gazpacho 0
precedente
Gazpacho
friselle 0
prossimo
Friselle

Aggiungi il Tuo Commento