Malfatti al Culatello

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Informazioni nutrizionali

270,85 kcal
Calorie
17,47 g
Grassi
10,08 g
Proteine

Malfatti al Culatello

Caratteristiche:
  • Senza Uova
Cucina:
  • 1 ora + lievitazione
  • Porzioni 6
  • Facile

Ingredienti

Indicazioni

Condividi

Stuzzicanti e appetitosi, questi malfatti al culatello, vi conquisteranno al primo assaggio! Il loro sapore delicato e la croccante crosticina si sposano molto bene con la dolcezza e morbidezza del culatello, uno dei salumi più pregiati e squisiti.

Per realizzarli, si prepara un impasto che si lascia lievitare e poi si stende in una sfoglia sottile che viene tagliata a rettangoli. Questi ultimi vengono fritti e poi avvolti con fettine di culatello.

Sfiziosi anche nella forma a bastoncino che non ha bisogno di posate, questi malfatti al culatello si prestano a mille occasioni. Possono essere gustati in piedi, durante un buffet o una festa di compleanno, come antipasto insieme ad altre golosità o come aperitivo prima di sedersi a tavola.  Sono adatti sia a situazioni formali, come una cena importante, sia a momenti più informali come uno snack fuori pasto. Fanno la loro bella figura, accanto ad altre specialità da servire come antipasto come la crostata con pomodorini ripieni .

Sono ottimi caldi, ma non necessariamente devono essere gustati appena preparati, anche se si tratta di fritti. Freddandosi mantengono comunque la loro croccantezza e somigliano a dei grissini. Non sono legati ad una stagionalità, ma possono essere presentati sia a capodanno che ad una cena estiva.

Ve li consiglio perché sono eleganti e semplici al tempo stesso, nella loro preparazione c’è una cura che non viene ostentata nel risultato finale, ma si presenta come semplice gesto d’amore.

 

Passaggi

1
Fatto

Per realizzare i malfatti al culatello, come prima cosa preparate l'impasto: sciogliete il lievito di birra, il sale e lo zucchero nell'acqua e poi mescolateli in una ciotola con la farina e l'olio di oliva. Lavorate gli ingredienti fino a creare un impasto liscio ed elastico. Formate un panetto, copritelo con un telo e lasciatelo lievitare fino al raddoppio.

2
Fatto

Riprendete il panetto, disponetelo sulla spianatoia con un velo di farina e stendetelo con un mattarello in una sfoglia piuttosto sottile.

3
Fatto

Tagliatela con l'aiuto di una riga a listarelle larghe 1 cm e lunghe 7 cm.

4
Fatto

Friggete le listarelle in olio caldo, muovendole, fino a quando diventano croccanti e dorate.

5
Fatto

Sgocciolatele su carta da cucina e salatele. Avvolgete ogni listarella di pasta calda con un pezzo di fettina di culatello, quindi disponete su un piatto da portata con il prosciutto rivolto verso il centro del piatto e servite.

Vania

savarin 0
precedente
Savarin
tris di bruschette umbre 0
prossimo
Tris di Bruschette Umbre
savarin 0
precedente
Savarin
tris di bruschette umbre 0
prossimo
Tris di Bruschette Umbre

Aggiungi il Tuo Commento