0 0
Bonet

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi semplicemente copiare e condividere questo url

Ingredienti

Modifica Porzioni
1 l Latte intero a temperatura ambiente
200 g Amaretti + alcuni per la decorazione
6 Uova circa 350 g
250 g Zucchero semolato
100 g Cacao amaro
50 ml Rum

Informazioni nutrizionali

464,62
Calorie
15,04
Grassi
15,58 g
Proteine

Bonet

Ricetta originale piemontese priva di glutine

Caratteristiche
  • Senza Glutine
Cucina:
  • 1 ora 20 min
  • Porzioni 8
  • Facile

Ingredienti

Indicazioni

Condividi

Oggi voglio presentarvi il bonet, un dolce al cucchiaio molto antico, semplice ma squisito e di grande effetto. Il fatto che abbia superato la prova del tempo ne garantisce la bontà. Sembra infatti che la ricetta risalga, nella sua versione originaria senza cacao, al XIII secolo e che venisse preparato in occasione dei pasti delle feste nelle Langhe e nel Monferrato.

Ha origine quindi in Piemonte, una regione con una grande tradizione di dolci, tra cui i famosi baci di dama. Il bonet è molto meno conosciuto, ma di certo un dolce di grande pregio. In pratica, si tratta di uno di quelli che oggi chiamiamo dolce al cucchiaio ma con delle particolarità tutte sue, che ne fanno un dolce davvero unico. Un dolce che oggi però non gode della fama che meriterebbe.

Eppure, il bonet, è  anche molto semplice, sia negli ingredienti che nella preparazione. Con soli sei semplici ingredienti e cioè latte, amaretti, zucchero, cacao, uova e rum, e pochi passaggi, preparerete il vero, unico e inimitabile bonet piemontese, un vero capolavoro!

In più il bonet è un dolce veloce: la lavorazione del composto deve essere rapida, così da non incamerare troppa aria. Prestate attenzione a non montare le uova ma solo ad amalgamarle con  una frusta, onde evitare di creare bolle di aria che in cottura si trasformerebbero in antiestetici buchini.

La particolarità principale di questo dolce, che lo distingue da un semplice budino è la cottura a bagnomaria, che gli dona una consistenza particolarmente morbida e cremosa, cosa che lo rende perfetto come dessert di fine pasto.

Il suo sapore intenso si abbina perfettamente con un barolo chinato, un vino rosso fermo, dolce amaricante, aromatizzato da dessert originario delle Langhe.

Passaggi

1
Fatto

Per realizzare il dolce piemontese bonet, come prima cosa mescolate le uova insieme a 150 g di zucchero, gli amaretti polverizzati, il cacao amaro e il rum. Non montate le uova con lo zucchero e fate attenzione a non incorporare troppa aria, in modo da ottenere un composto liscio e omogeneo, senza bolle.

2
Fatto

Unite il latte e continuate ad amalgamare.

3
Fatto

Fate sciogliere i restanti 100 g di zucchero in uno stampo da plumcake posto sul fornello e, quando inizia a caramellare, cercate di ricoprire in modo omogeneo tutta la superficie fino ai bordi. Se il caramello è troppo liquido, abbassate la temperatura, viceversa, se si solidifica troppo, rialzate la temperatura.

4
Fatto

Versate il composto nello stampo ricoperto di caramello. Ponete lo stampo all'interno di una teglia riempita di acqua, fino a coprire i due terzi dello stampo del dolce, per la cottura a bagnomaria. E' proprio questo metodo di cottura a rendere inconfondibile il bonet. Infornate a 180° per 45-50 minuti, fino a quando vedrete il dolce staccarsi dai bordi. Poi sfornate, toglietelo dal bagnomaria ma lasciate freddare il dolce nello stampo a temperatura ambiente. Poi trasferitelo in frigo per almeno due ore.

5
Fatto

Quando sarà freddo al punto giusto, potrete toglierlo dallo stampo, decorarlo con degli amaretti e gustarlo!

Vania

cannoli di pecorino con crema di fave fresche 0
precedente
Cannoli di Pecorino con Crema di Fave Fresche
tiramisu alle fragole 0
successivo
Tiramisù alle fragole
cannoli di pecorino con crema di fave fresche 0
precedente
Cannoli di Pecorino con Crema di Fave Fresche
tiramisu alle fragole 0
successivo
Tiramisù alle fragole

Aggiungi il Tuo Commento